Francesco era il titolare di un punto vendita di abbigliamento in zona. Alcuni anni dopo la chiusura del negozio, una sua ex dipendente gli ha intentato una controversia per ottenere il riconoscimento della somma di € 140.000,00 a titolo di differenze retributive che a suo dire avrebbe maturato in circa dieci anni di durata del rapporto di lavoro.

Dunque, ci siamo costituiti nel giudizio di lavoro ribattendo punto per punto le argomentazioni avversarie, elaborando una difesa volta a far emergere i punti deboli e le smagliature delle tesi di controparte.

All’esito del giudizio, la domanda di parte attrice è stata integralmente rigettata. Ma non solo. Perché, parte attrice è stata altresì condannata a rifondere a Francesco le spese legali per circa € 18.000,00.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post comment