Le aste giudiziarie: una porta aperta verso grandi opportunità 

Nell’affascinante mondo delle aste giudiziarie, si nascondono possibilità d’oro per chi sogna di acquistare beni preziosi, in particolare immobili, a condizioni vantaggiose. Il fascino di queste aste? L’opportunità di acquisire una proprietà a un prezzo inferiore rispetto al suo valore di mercato.

L’attrattiva principale delle aste giudiziarie risiede nel potenziale risparmio. Questo aspetto è particolarmente evidente nel settore immobiliare: immagina di poter acquistare la casa dei tuoi sogni a una cifra significativamente più bassa di quella di mercato. E se questa diventa la tua prima casa, il vantaggio si moltiplica grazie agli incentivi fiscali dedicati.

Inoltre oggi, le aste giudiziarie si sono evolute, permettendo l’acquisto tramite mutuo. Questo rende l’intero processo più accessibile e flessibile per un numero maggiore di acquirenti.

L’ultimo atto di una procedura esecutiva

Le aste immobiliari rappresentano il culmine di una procedura esecutiva, che inizia con il tentativo di recuperare un credito e si conclude con la vendita forzata di beni immobili per soddisfare i creditori. Per approfondire questo processo, ti invito a consultare la mia “Guida al recupero crediti”.

Nonostante le opportunità, è essenziale entrare nel mondo delle aste giudiziarie con occhi aperti. I rischi, come la presenza di opere abusive, possono celarsi dietro ogni angolo. Fortunatamente, la trasparenza non manca: una perizia accurata dell’immobile è sempre consigliabile prima dell’asta, per farti avere le informazioni necessarie per prendere una decisione informata.

Aste con incanto e senza incanto

Aste senza incanto

  • Nelle aste senza incanto, i partecipanti consegnano al delegato la loro offerta in una busta chiusa oppure la inviano con modalità telematica. 
  • Per essere considerate valide, le offerte devono superare il 75% dell’importo stabilito come base d’asta
  • Chi presenta un’offerta, deve contestualmente versare una cauzione pari al 10% della cifra proposta. 
  • L’offerta è vincolante e qualora fosse l’unica valida presentata, l’offerente risulterà aggiudicatario. Invece, ove vi fosse gara tra più offerte valide, si aprirà una fase di rilanci all’esito della quale l’offerta più alta sarà vincente e l’offerente risulterà aggiudicatario in via definitiva. 
  • L’aggiudicazione è subito definitiva, senza dover attendere rilanci, come nel caso di vendita con incanto.

Aste con incanto

  • L’interessato presenta una domanda di partecipazione in busta chiusa e non un’offerta di acquisto. 
  • Anche se tu fossi l’unico soggetto a presentarti, dovrai eseguire almeno un rilancio, per divenire l’aggiudicatario, a differenza dell’asta senza incanto. 
  • Avvenuto l’incanto, possono ancora essere presentate offerte di acquisto (anche da chi non ha partecipato all’incanto) entro il termine di 10 giorni, purché il prezzo offerto superi di 1/5 di quello raggiunto nell’incanto. 
  • A quel punto il giudice, verificata la regolarità delle offerte, indice una nuova gara alla quale potranno partecipare anche gli offerenti ammessi nel precedente incanto che abbiano integrato la cauzione. Questa nuova gara si svolgerà con le modalità della vendita senza incanto.

 

La vendita con incanto è meno diffusa rispetto a quella senza. Solitamente la si utilizza solo nel caso in cui l’asta senza incanto non sia andata a buon fine (cioè non sia pervenuta nessuna offerta valida).

Le diverse tipologie di asta con e senza incanto

Asta sincrona

Le offerte di partecipazione possono essere presentate solo con modalità telematica e ove, durante la gara, i rilanci possono essere formulati solo in via telematica, nella medesima unità di tempo e con simultanea connessione del giudice o del professionista delegato e di tutti gli offerenti.

Asta sincrona mista

Le offerte di partecipazione possono essere presentate in via telematica oppure in busta chiusa mediante deposito in cancelleria o presso il professionista delegato o ove la gara viene svolta contemporaneamente online e presso il luogo della vendita. Tutte le offerte e i rilanci, anche di chi è presente davanti al giudice o al professionista delegato, vengono caricati sulla piattaforma online.

Asta asincrona

Le offerte di partecipazione vengono presentate con la modalità dell’asta sincrona e ove, in caso di gara, i rilanci vengono formulati esclusivamente in via telematica, in un lasso temporale predeterminato e senza la simultanea connessione del giudice o del professionista delegato. Di fatto, si aggiudica il lotto il soggetto che ha presentato l’offerta più elevata rispetto al termine di scadenza della gara.

 

Non perdere la prossima asta giudiziaria: richiedi subito una consulenza 

Nel complesso universo delle aste giudiziarie, la conoscenza e l’esperienza fanno la differenza. È qui che il nostro studio legale entra in gioco come tuo alleato fondamentale. Con una profonda comprensione del settore e un approccio personalizzato, possiamo aiutarti a muovere i giusti passi per poter partecipare alla prossima asta giudiziaria che ti interessa.

Richiedi subito la tua consulenza gratuita.